01-03-2011

Outdoor is not a medium. It's a large! Da Hong Kong con furore sembrava fatto apposta per noi

Susanna Bonati

Avete presente quella sensazione fatta di un misto tra l'inaspettato della coincidenza e la prorompenza del deja vu? Ecco, esattamente quella ci ha colto quando passeggiando per le vie assurde ma ipnotiche di Hong Kong ci siamo imbattuti in questa affissione, capeggiante su un muro (almeno lui...) silente, ma così piena di presenza. Insomma dai, ci chiamiamo o no large format? Siamo o non siamo fatti per darvi notizia e puntuale aggiornamento su ciò che nel mondo large e big accade? Ecco, questa ne è la dimostrazione. È la prova fondante che ciò su cui insistiamo mensilmente da qualche anno è condiviso attraverso i continenti, andando ad attribuire al “medium large” il suo valore di prestanza, possenza e capacità di impatto.
Ce lo siamo trovato riassunto lì, il concetto, in quell'oriente che ci ha tenuto d'occhi per anni e a cui ora è meglio che anche noi diamo un'osservatina ravvicinata.
Potevamo non rendervi partecipi?
Non potevamo...

Susanna Bonati